Trattamento dell'osteocondrosi della colonna lombare

L'osteocondrosi (malattia degenerativa del disco) nella colonna lombare o nella parte bassa della schiena è causata da cambiamenti involutivi nei dischi, con conseguente dolore lombare.

I dischi intervertebrali sono strutture rigide e fibrose che agiscono come legamenti tra le vertebre per assorbire gli urti e fornire assorbimento degli urti alla colonna vertebrale. I dischi sono elastici ma abbastanza forti da facilitare i movimenti come piegare il busto in avanti, indietro o lateralmente.

Nonostante il nome, l'osteocondrosi non è considerata una vera malattia ei sintomi di solito non peggiorano nel tempo. I dischi, così come tutte le strutture del corpo, si degradano con l'invecchiamento e la degenerazione del disco si sviluppa in tutte le persone come parte del processo involutivo.

Una caratteristica dell'osteocondrosi è una graduale diminuzione dei sintomi quando la colonna vertebrale inizia a stabilizzarsi. Il trattamento per l'osteocondrosi della colonna lombare si concentra sulla riduzione del dolore, sulla stabilizzazione della colonna vertebrale e sul miglioramento o sul mantenimento della mobilità.

Sintomi

osteocondrosi della colonna lombare

La maggior parte dei casi di osteocondrosi della colonna lombare è un dolore alla schiena lieve e persistente che peggiora di volta in volta per diversi giorni o più.

I sintomi possono variare, ma i più comuni includono:

  • Dolore lombare moderato e persistente. Il dolore nell'area di un disco danneggiato è il sintomo più comune della degenerazione del disco. Il dolore può diffondersi ai glutei, all'inguine e alla parte superiore delle cosce. Questo dolore di solito si sente sordo e può variare di intensità da lieve a grave.
  • Episodi acuti periodici di dolore. Il dolore alla schiena può peggiorare per diversi giorni o settimane e poi tornare a un livello più moderato. Focolai di dolore si verificano con il progredire della degenerazione e si attenuano man mano che la colonna vertebrale si stabilizza gradualmente. Scoppi di dolore possono verificarsi improvvisamente e manifestazioni dolorose spesso portano a una ridotta mobilità.
  • Dolore locale. L'area della parte bassa della schiena che circonda un disco degenerato può essere sensibile al tatto. Il dolore locale è causato dall'infiammazione e dalla tensione muscolare nell'area del disco danneggiato.
  • Dolore alla gamba. Sintomi neurologici, inclusi intorpidimento, debolezza o dolori acuti e lancinanti ai glutei, alle cosce e / o alla parte posteriore della gamba, possono essere avvertiti se l'altezza del disco è significativamente ridotta e si verificano le condizioni per la compressione della radice nervosa. Il dolore alle gambe con osteocondrosi della colonna lombare di solito non cade sotto il ginocchio.
  • Una sensazione di improvvisa debolezza o instabilità può verificarsi quando il disco è notevolmente indebolito e il paziente ha la sensazione che la parte bassa della schiena non funzioni bene.

Inoltre, il dolore può aumentare o diminuire con determinati movimenti o determinate posture, come ad esempio:

  • Dolore quando si è seduti. Stare seduti per lunghi periodi causa spesso un aumento del dolore alla schiena e della rigidità e diminuisce dopo essersi alzati o aver cambiato posizione.
  • Aumento del dolore quando ci si piega o si ruota. Torcere la colonna vertebrale e piegarsi in avanti, indietro o di lato può causare un dolore intenso e doloroso nell'area del disco danneggiato.
  • Ridurre il dolore quando si cammina o si cambia posizione. Quando la colonna vertebrale cambia posizione, la pressione sui dischi viene ridotta o ridistribuita dai dischi ai muscoli e alle articolazioni. Cambiare spesso posizione, alternare la posizione eretta a quella seduta e fare brevi passeggiate possono aiutare ad alleviare la rigidità e ridurre al minimo il dolore.

La degenerazione del disco non dovrebbe causare sintomi di disfunzione intestinale / vescicale, febbre con dolore alla schiena, perdita di peso rapida e inspiegabile o dolore addominale intenso. Questi sintomi indicano condizioni più gravi e spesso richiedono un trattamento tempestivo.

Sintomi associati

Con l'osteocondrosi della colonna lombare, oltre al dolore lombare, possono verificarsi altri sintomi associati alla degenerazione del disco. Per esempio:

  • Le proteine contenute all'interno del disco possono causare un'infiammazione significativa se vengono a contatto con le strutture spinali circostanti, e questa infiammazione può portare a spasmi dei muscoli nella parte bassa della schiena, così come dolore radicolare che si irradia alle cosce e alla gli arti inferiori (chiamati anche sciatica).
  • La degenerazione del disco lombare può contribuire allo sviluppo di stenosi lombare e / o artrosi lombare, così come altre condizioni nella parte bassa della schiena.
  • Un disco degenerato può anche portare a un'ernia del disco intervertebrale lombare. I sintomi neurologici di un'ernia del disco possono essere acuti e intensi.
  • I sintomi causati dalla degenerazione del disco nella colonna lombare possono variare ampiamente a seconda di quanto velocemente o completamente il disco degenera e di come colpisce le strutture spinali circostanti.
  • Il dolore da osteocondrosi è solitamente causato dalla deformazione dei muscoli che supportano la colonna vertebrale e dall'infiammazione attorno alle strutture vicine al disco.

Cause di osteocondrosi della colonna lombare

L'osteocondrosi si verifica a causa dell'usura legata all'età e della rottura della struttura del disco e il processo di degenerazione può accelerare a causa di traumi, condizioni generali, salute e stile di vita e, possibilmente, una predisposizione genetica allo sviluppo di processi patologici nel muscolo-scheletrico sistema.

problemi al disco spinale

L'osteocondrosi raramente inizia con una lesione grave come un incidente d'auto. È più probabile che l'inizio di processi degenerativi sia associato a traumi del disco a bassa energia.

La lombalgia associata all'osteocondrosi lombare è solitamente generata da uno o più processi patologici:

  • L'infiammazione, le proteine del disco irritano i nervi circostanti, sia i piccoli nervi nel disco stesso che i nervi potenzialmente grandi che corrono nelle gambe (nervo sciatico).
  • Instabilità anomala dei micromovimenti quando gli anelli esterni del disco, chiamati anulus fibrosus, si consumano e non possono assorbire efficacemente i vettori di forza alla colonna vertebrale, con conseguente movimento lungo un segmento delle vertebre.
  • Per un lungo periodo di tempo, il dolore nell'osteocondrosi della colonna lombare alla fine diminuisce, piuttosto che peggiorare. Questo sollievo dal dolore si verifica perché il disco completamente danneggiato non ha più proteine infiammatorie (che possono causare dolore) e il disco collassato viene portato in una posizione stabile, eliminando i micromovimenti che causano dolore.

Fattori di rischio

I fattori dello stile di vita che influiscono sulla salute generale possono influenzare i dischi intervertebrali. I fattori di rischio per la malattia degenerativa del disco (osteocondrosi) includono:

  • Una storia familiare di mal di schiena o disturbi muscoloscheletrici
  • Eccessivo stress sulla parte bassa della schiena a causa di schemi sportivi o lavorativi
  • Carico statico prolungato sui cerchi a causa di una seduta prolungata e / o di una cattiva postura
  • Mancanza di supporto del disco a causa della debolezza dei muscoli della schiena
  • Obesità
  • Fumo o qualsiasi forma di consumo di nicotina

La degenerazione del disco fa parte dell'invecchiamento, ma non tutte le persone sviluppano dolore o sintomi speciali. I sintomi tendono a manifestarsi in presenza di instabilità, tensione muscolare e possibilmente irritazione della radice nervosa.

Diagnostica

  • La storia della malattia include uno studio dettagliato dei sintomi del paziente, della loro intensità e della relazione del dolore con lo sforzo o la posizione del corpo. Sono necessarie anche informazioni sull'attività fisica regolare, sulle abitudini del sonno e sui traumi passati.
  • È necessario un esame fisico per esaminare la gamma di movimento e le condizioni del corsetto muscolare. Viene anche determinata la presenza di aree dolorose alla palpazione o anomalie fisiche. Inoltre, vengono eseguiti test neurologici per determinare i deficit neurologici.
  • I metodi diagnostici di cui sopra sono generalmente sufficienti per diagnosticare l'osteocondrosi, ma una diagnosi accurata richiede l'uso di metodi di imaging.
  • Scansione TC
  • raggi X
  • MSCT
  • COLPETTO
  • La risonanza magnetica è un metodo diagnostico che consente di chiarire il grado di degenerazione, la presenza di fratture, ernie discali, stenosi. Spesso, una scansione MRI è necessaria in preparazione per il trattamento chirurgico al fine di individuare con precisione il disco degenerato e pianificare l'operazione.
disco degenerativo nella colonna vertebrale

Gli studi hanno dimostrato che i risultati della risonanza magnetica con degenerazione del disco da moderata a significativa vengono rilevati nelle scansioni di pazienti con dolore sia grave che dolore minimo o assente. Inoltre, molte condizioni dolorose potrebbero non presentarsi alla risonanza magnetica. Per questo motivo la diagnosi non può essere fatta esclusivamente sulla base dei risultati di imaging e la verifica della diagnosi è possibile solo sulla base della totalità di tutte le metodiche di esame clinico e strumentale.

Trattamento

I metodi iniziali di trattamento dell'osteocondrosi della colonna lombare e delle manifestazioni dolorose di solito includono le seguenti combinazioni:

  • Antidolorifici OTCpuò ridurre l'infiammazione che contribuisce al disagio, alla rigidità e all'irritazione delle radici nervose.
  • Antidolorifici da prescrizione. . . Per il dolore intenso, possono essere prescritti miorilassanti o analgesici narcotici. Questi farmaci sono comunemente usati per trattare il dolore intenso e acuto che non dovrebbe durare più di pochi giorni o settimane. Questi medicinali possono creare dipendenza e avere gravi effetti collaterali, quindi usali con cautela.
  • Calore e ghiaccio. . . Applicare calore alla parte bassa della schiena migliora la circolazione sanguigna, che riduce gli spasmi e le tensioni muscolari e migliora la mobilità. Gli impacchi di ghiaccio possono ridurre l'infiammazione e alleviare il dolore lieve. È utile applicare il calore prima dell'esercizio per rilassare i muscoli e applicare il ghiaccio dopo l'esercizio per ridurre al minimo l'infiammazione.
  • Terapia manuale.La manipolazione da parte di uno specialista è un metodo popolare di gestione del dolore per la lombalgia. I professionisti, i chiropratici, usano le mani per manipolare varie aree del corpo per alleviare la tensione nei muscoli e nelle articolazioni. È stato riscontrato che la manipolazione è una misura efficace per alleviare temporaneamente il dolore e in alcuni casi è efficace quanto la terapia farmacologica.
  • Massaggio. . . L'esposizione alle tecniche di massaggio può alleviare la tensione e gli spasmi nei muscoli della parte bassa della schiena, ridurre la pressione sulla colonna vertebrale e alleviare il dolore. Inoltre, la massoterapia può migliorare la circolazione sanguigna fornendo sostanze nutritive e ossigeno ai muscoli tesi.
  • Iniezioni epidurali di steroidi. . . L'iniezione di uno steroide nello spazio che circonda la colonna vertebrale può ridurre gli impulsi del dolore e l'infiammazione. Un'iniezione di steroidi può essere utilizzata in combinazione con un programma di terapia fisica per alleviare il dolore durante l'esercizio e la riabilitazione. In genere, un'iniezione epidurale di steroidi può ridurre il dolore per un periodo da diverse settimane a un anno.

In molti casi, è necessaria una combinazione di trattamenti per un efficace sollievo dal dolore. Di solito è necessario un processo di tentativi ed errori per trovare il trattamento più efficace.

Il riposo a letto prolungato non è raccomandato e, di regola, l'immobilizzazione è possibile con forti dolori per un breve periodo di tempo, poiché la mancanza di attività fisica può portare a indebolimento muscolare e normale supporto spinale.

Terapia fisica e modifica dell'attività

esercizio per l'osteocondrosi

L'esercizio fisico è essenziale per mantenere una sana mobilità della colonna vertebrale. Un programma di esercizi per la colonna lombare efficace dovrebbe includere:

  • Esercizi di stretching per i muscoli della parte bassa della schiena, dei fianchi e del bacino, nonché per i muscoli doloranti. Il rafforzamento di questi muscoli aumenta la pressione sulla colonna lombare e contribuisce allo sviluppo della lombalgia.
  • Gli esercizi di forza per i muscoli della parte bassa della schiena e dell'addome possono aiutare a mantenere una buona postura e sostenere meglio la colonna vertebrale. Il programma di esercizi di rafforzamento muscolare può includere un programma di terapia fisica individuale, stabilizzazione dinamica della colonna lombare, tai chi, Pilates o altri.
  • Esercizio aerobico di basso livello che aumenta la frequenza cardiaca, migliora la circolazione e l'apporto di nutrienti e ossigeno necessari per riparare i tessuti del corpo. Ad esempio, questo può essere camminare, nuotare e fare aerobica in acqua.

I programmi di esercizio sono generalmente personalizzati in base alla tua salute generale, alla gravità del dolore e alle preferenze personali.

Inoltre, piccoli aggiustamenti alle attività quotidiane (modifiche dello stile di vita) possono alleviare efficacemente il dolore. Ad esempio, indossare un tutore quando si sollevano pesi pesanti o evitare torsioni quando si sollevano pesi pesanti può evitare che il dolore aumenti a causa dello stress eccessivo sui dischi. L'uso di una sedia ergonomica e di un materasso ortopedico può anche migliorare la postura e ridurre lo stress sui dischi.

Chirurgia

Il trattamento chirurgico dell'osteocondrosi della colonna lombare è necessario nei casi in cui il trattamento conservativo entro 6 mesi era inefficace. Il trattamento chirurgico per l'osteocondrosi è sempre selettivo, il che significa che il paziente decide da solo se sottoporsi a un intervento chirurgico o meno.

Si raccomanda di prendere in considerazione tutti i fattori prima di decidere di sottoporsi a un intervento chirurgico per l'osteocondrosi, compresa la durata del periodo di recupero, la gestione del dolore durante il recupero e la riabilitazione spinale.

Chirurgia di fusione vertebrale

Il trattamento chirurgico standard per l'osteocondrosi della colonna lombare è la chirurgia di fusione, in cui due vertebre sono fuse insieme. Lo scopo della chirurgia di fusione (fusione) è ridurre il dolore ed eliminare l'instabilità nel segmento motorio della colonna vertebrale.

Tutte le operazioni di fusione spinale sono le seguenti:

  • Il disco danneggiato viene completamente rimosso dallo spazio intervertebrale (discectomia).
  • La stabilizzazione viene eseguita utilizzando un innesto osseo e / o strumentazione (impianti, placche, aste e / o viti).
  • Le vertebre crescono quindi insieme per formare una struttura solida e immobile. La fusione avviene entro pochi mesi dalla procedura e non durante l'operazione stessa.

Dopo l'operazione, viene prescritto un corsetto, prendendo analgesici. Gli esercizi fisici sono collegati con molta attenzione, tenendo conto delle caratteristiche individuali del paziente e del grado di rigenerazione dei tessuti. Il recupero completo dalla chirurgia di fusione può richiedere fino a un anno prima che le vertebre si fondano insieme.

Sostituzione chirurgica con un disco artificiale

La sostituzione di un disco danneggiato con un impianto artificiale è stata sviluppata negli ultimi anni come alternativa alla chirurgia di fusione. L'operazione di sostituzione del disco consiste nella rimozione completa del disco danneggiato da degenerazione (discectomia), ripristino dello spazio discale alla sua altezza naturale e impianto di un disco artificiale.

Questa procedura è progettata per mantenere il movimento nella colonna vertebrale simile ai movimenti naturali, riducendo la probabilità di una maggiore pressione sui segmenti adiacenti della colonna vertebrale (una complicanza abbastanza comune della fusione spinale).

Il recupero dall'intervento di sostituzione del disco richiede solitamente fino a 6 mesi.